Can Yaman a Roma, assembramenti di fan sotto il suo albergo: intervengono le forze dell’ordine

can-yaman-a-roma,-assembramenti-di-fan-sotto-il-suo-albergo:-intervengono-le-forze-dell’ordine

Bufera mediatica per Can Yaman: l’attore di Daydreamer è stato preso d’assalto da un mare di fan che hanno assediato il suo albergo creando degli assembramenti inaccettabili. Per placare la situazione è intervenuta la polizia, ecco cosa è successo.

Leggi anche–> Can Yaman e Maria De Filippi: tra di loro è nato un feeling particolare

Can Yaman roma assembramenti di fan

Bufera mediatica per Can Yaman: il protagonista di Daydreamer, soap di successo, si è ritrovato assediato dalle fan che hanno creato numerosi assembramenti. Can Yaman infatti, che si trova a Roma per girare uno spot pubblicitario, è stato raggiunto da numerose fan sotto il suo albergo nel centro storico della capitale, che lo hanno aspettato tutto il giorno solo per salutarlo e farsi un selfie con lui.

Ma la situazione è subito degenerata, dato che l’attore di Daydreamer è stato preso d’assalto da un mare di fan che hanno assediato il suo albergo creando degli assembramenti inaccettabili per vederlo. Per riportare l’ordine e far rispettare le norme di distanziamento sociale è intervenuta la polizia. Le immagini riprese dai fan e messe sui social, hanno fatto il giro del web, creando numerose polemiche: molti infatti si sono indignati per il mancato rispetto delle norme sul Covid, e per il comportamento irresponsabile di chi, ha preso d’assalto l’attore e l’albergo in cui alloggiava.

L’intervento delle forze dell’ordine

Alla vista dell’assembramento dei numerosi fan di Can Yaman, sono intervenute repentinamente le forze dell’ordine che hanno cercato di far rispettare la distanza sociale. Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha commentato l’accaduto come “Un comportamento inaccettabile” e ha chiesto ai suoi agenti una relazione per una “immediata e dettagliata indagine” su quanto avvenuto. “Un assembramento ingiustificato” ha così criticato ciò che è accaduto nella capitale, in quanto “Episodi come questo espongono persone incaute al contagio da coronavirus e rendono vano l’operato delle forze dell’ordine“.