bonus-mamme-in-scadenza-a-fine-2021:-come-richiederlo

È in scadenza il 31 dicembre 2021 il bonus mamme, il premio alla nascita di 800 euro riconosciuto dall’Inps alle donne che aspettano un figlio.
Dal prossimo anno l’agevolazione verrà assorbita dall’assegno unico per i figli a carico, intanto però è possibile usufruirne per ancora un mese. Vediamo insieme come.

Bonus mamme, cos’è

Il bonus mamme domani, conosciuto anche come premio alla nascita, è stato introdotto per aiutare le famiglie nel sostenimento delle spese che precedono la nascita di un figlio. Si tratta di un premio pari ad 800 euro di importo, riconosciuto senza limiti di reddito ma soltanto dopo aver presentato domanda all’Inps.

La domanda può essere inoltrata al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo), ma anche dopo la nascita del figlio, a patto che venga rispettato il termine di un anno dal verificarsi dell’evento.

Il premio alla nascita di 800 euro spetta anche nel caso di adozione o affidamento preadottivo e, in tal caso, sarà la data di ingresso in famiglia il giorno a partire dal quale calcolare il termine di un anno.

Bonus mamme, i requisiti

La prestazione è rivolta alle donne in gravidanza o alle madri per uno dei seguenti eventi:

  • compimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione per ogni evento (gravidanza, parto, adozione o affidamento) e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

Bonus mamme, come fare domanda

La domanda per il bonus mamma domani deve essere presentata all’Inps dopo il compimento del 7° mese di gravidanza (inizio 8° mese) oppure a nascita avvenuta o a seguito di uno degli altri eventi previsti dalla legge (adozione e affidamento preadottivo).

La domanda deve essere presentata all’Inps compilando l’apposito modulo: per poterlo fare è necessario essere in possesso del PINSPID o CIE. È consentito presentare domanda anche attraverso l’app dell’Inps con una delle seguenti modalità:

  • servizi telematici accessibili direttamente dalla richiedente, attraverso il servizio dedicato;
  • Contact Center (numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile);
  • enti di patronato, tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.