assisi,-i-frati-giocano-con-le-palle-di-neve:-il-video-diventa-virale

Assisi, frati giocano con le palle di neve

“Cari fratelli e sorelle, è arrivata sorella neve. Qui ad Assisi ci sta molto bene.” Le parole di fra Rafael presentano l’esilarante video che i frati della basilica di San Francesco hanno girato sotto la neve. I francescani si sono sfidati in una divertente battaglia a colpi di palle di neve proprio di fronte la celeberrima basilica superiore dedicata al santo di Assisi. Il video è stato poi postato su YouTube dagli stessi frati, condito da colonna sonora e immagini velocizzate in pieno stile slapstick comedy. Una sorta di Benny Hill in salsa assisiate che ha avuto grande successo!

La neve caduta su tutta l’Umbria, oltre a provocare i prevedibili disagi su tutta la rete stradale, ha quindi portato anche un po’ di allegria e buonumore. I frati della basilica di san Francesco hanno così deciso di trascorrere qualche momento di sano divertimento. Lanciandosi contro palle di neve come fossero tornati bambini. Gli utenti di internet non hanno tardato a rilanciare più volte il video sui social. Tanto che qualcuno, più sensibile alle meraviglie dell’arte, ha paragonato queste immagini alle opere dello scultore e pittore Norberto Proietti. Scomparso nel 2009, è col tempo diventato uno dei più noti artisti naïf. Famoso per aver ritratto più volte la basilica di San Francesco innevata con i frati al lavoro, sullo sfondo di paesaggi medievali.

Assisi, i frati giovano con la neve: i paragoni con le tele di Norberto

Nell’ambito della scultura, invece, Norberto divenne noto agli addetti ai lavori per le opere realizzate modellando il legno d’ulivo. Una delle sue creazioni è il Pellegrino di Pace, posto proprio di davanti alla Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi, dedicata al patrono d’Italia. Sia come sia, i frati sembrano davvero divertirsi mentre si lanciano contro le palle di neve davanti il portale gotico della celebre basilica: una delle più visitate al mondo, per merito – fra le altre cose – degli affreschi di Giotto e Cimabue.