arrival,-partono-i-test-del-bus-elettrico.-in-produzione-nel-secondo-trimestre-2022

1013137?w=660

Arrival punta ad essere la “Tesla dei veicoli commerciali”. La società inglese sta lavorando su diversi veicoli a batteria che saranno commercializzati sia in Europa e sia in America. Non si può non ricordare, poi, l’accordo con Uber per realizzare un’auto elettrica espressamente pensata per i servizi di ride-hailing. Arrival, dunque, è una realtà molto dinamica che ha adottato un approccio innovativo per realizzare i propri prodotti.

Materiali, piattaforma, componenti: tutto è modulare e pensato per semplificare produzione e manutenzione. Una strategia che permette di realizzare velocemente veicoli di diverse caratteristiche e di accontentare le necessità dei clienti. Tra i mezzi più interessanti che la società inglese sta sviluppando c’è un bus elettrico. Il costruttore, al riguardo, ha fatto sapere che il suo Arrival Bus ha iniziato i test su strada in una struttura di collaudo nel Regno Unito.

I veicoli saranno sottoposto a rigidi test in vista della certificazione e delle prove su strade aperte al pubblico il prossimo anno, come previsto dalla tabella di marcia. Questo bus elettrico è stato sviluppato per ridurre i costi per le aziende dei trasporti e per semplificare il passaggio ai mezzi elettrici. Arrival Bus può essere personalizzato in base alle necessità. Grazie al design modulare, può essere richiesto in più lunghezze e con diverse capacità della batteria.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE