agosto-nell’affascinante-valle-di-briancon-serre-chevalier

Quest’estate, per gli amanti  della montagna, potrete rilassarvi al fresco in uno dei luoghi più vicini all’Italia in cui godere della bellezza dei paesaggi alpini e in cui praticare mille attività. A Serre Chevalier, infatti, grazie agli impianti di risalita distribuiti su tutta la valle, da Briançon a Monêtier Les Bains potrete godervi appieno il vostro soggiorno in una delle valli più interessanti. Potrete ritrovare l’atmosfera dell’alta montagna con vista sul Parco Nazionale degli Ecrins. Numerose sono le attività proposte della stazione di Serre-Chevalier Vallée : Teleferica Gigante, Mountain Kart, monopattino, mountain bike, escursioni, vie ferrate, parapendio e la zipline più alta d’Europa. Per chi non la conoscesse si tratta di un minuto di pura adrenalina in cui si passa  dai 2491 metri del Grand Serre ai 2193 del Grand Alpe. Trecento metri di dislivello fuggono in un baleno a oltre 100 km/h: sembra di spiccare il volo come in un sogno, da una montagna all’altra. 

 

 

Oppure potrete trovare tavole di orientamento e sentieri di scoperta che guidano gli amanti della natura ad ammirare maestosi panorami in compagnia della fauna e della flora delle Hautes-Alpes. Potrete godervii lo scenario della montagna, la bellezza dei rododendri durante la fioritura, il sottobosco di larici, le uniche conifere in Europa che perdono i loro aghi in inverno. Con un po’ di fortuna vedrete marmotte, caprioli o galli di Bruyère. Situata a 1326 metri sul livello del mare, alla confluenza di cinque valli, Briançon è la città più alta di Francia. Questa città d’arte e di storia, fortificata da Vauban nel XVIII secolo, è oggi classificata come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Briançon ha infatti un numero notevole di fortificazioni ed è stata costruita nel XVIII secolo per migliorare il sistema di difesa della città. Così, nel corso della visita si può scoprire la città alta o la cittadella Vauban, il cuore stesso di Briançon, dominata dal forte del castello, e le diverse opere circostanti, il forte delle Salettes, il forte delle Trois Têtes o ancora il forte di Randouillet. Quando vi trovate davanti alla porta di Pignerol, la vecchia città pittoresca rivela ai suoi visitatori numerose testimonianze del suo passato. La Collegiata di Notre-Dame del XVIII secolo, la Chiesa delle Cordeliers del XIV secolo, le antiche dimore che si elevano su entrambi i lati delle ripide stradine, l’incantevole Place d’Armes circondata da belle facciate colorate che evocano la Provenza o ancora le fontane e le meridiane sono altrettante scoperte disponibili allo sguardo degli amanti dell’architettura.

 

 

Mentre in  inverno, Briançon diventa una destinazione famosa per gli amanti dello sci, con la sua area che fa parte della famosa località di Serre Chevalier. Prendete anche il tempo per ristorarvi e di rilassarvi in uno dei ristoranti in quota. Tre i ristoranti da segnalare. Il primo è “Le Loup Blanc”, nel villaggio di Chantemerle. Fondato nel 1999, influenzato da un misto di cultura savoiarda e alta-alpina, i proprietari hanno saputo donare un calore molto montano a questo bellissimo chalet. E questo perché il piatto è curato, la qualità della cucina ottima e l’accoglienza e l’ambiente autentici. Accanto alle fondute, alle raclette e al salmone affumicato, wuesto ristorante propone carni pregiate rigorosamente selezionate da esperti macellai per i loro sapori e tenerezza. Delle carni rare e deliziose per farvi scoprire razze da tutto il mondo, spesso sconosciute al grande pubblico e riservate solo ai veri amanti della carne: tipo le costole di Manzo Ardesia. Le carni sono cucinate nell’Uovo Verde, un metodo di cottura che unisce tradizione ancestrale giapponese e tecnologia rivoluzionaria. Questo apparecchio di cottura, infatti, permette di dare un sapore eccezionale ai prodotti. Inoltre, creata dal responsabile del ristorante Hakob Yessayan, che ha lavorato in molte case stellate come capo sommelier, la carta dei vini è qualitativa e in continua evoluzione. Infatti, in questo ristorante si beve bene e per tutte le tasche. www.restaurantleloupblanc.com

Poi troviamo  “16âme” a Monêtier-les-bains, nella valle di Serre Chevalier,  vicino alla bellissima città storica di Briançon. Questo ristorante gourmet offre la possibilità di una sosta gastronomica  in un’atmosfera scandinava e montuosa. Dopo diverse settimane di lavoro per creare uno spazio accogliente, 16âme ha aperto i battenti nel dicembre 2019  per il piacere degli amanti della buona cucina. L’ambiente selvaggio e le montagne sullo sfondo offrono uno splendido panorama. Lo chef sceglie con cura i suoi prodotti e le carni provengono da allevamenti all’aria aperta trattati  con cura. I pesci sono esclusivamente selvatici e provenienti da una pesca ecologica. Il menu cambia con le stagioni e le micro-stagioni per far scoprire nuovi prodotti ogni mese. www.16ame.fr

Potrete deliziarvi anche nel famoso ristorante “L’Orèe du Bois”, ottimo, a La Salle-les-Alpes. Una cucina minuziosa con formule di degustazione che cambiano ogni mese in base ai prodotti di stagione e al mood dello Chef. I piatti sono preparati in casa e con eccellenti prodotti locali, da gustare nella bella cantina a volte con vista sulla cucina semiaperta. Potrete inoltre soggiornare al “Grand Hotel Serre Chevalier”, situato nel villaggio di Chantemerle.  È possibile rigenerarsi in una grande e azzurra piscina esterna dove fare rilassanti  nuotate oppure in quella interna, riscaldata e più intima. L’hotel è stato completamente rinnovato nel 2016 dall’architetto Olivier Frémont con decorazioni sobrie e raffinate. In questo hotel dopo una prima colazione, magari a letto, con le prelibatezze dell’hotel a base di cereali, pane, pasticcini, marmellate, caffè, thè, cioccolata calda, uova, salumi e altre delizie, potrete trascorrere la mattinata facendo parapendio, una sessione di canyoning, un’arrampicata, un’escursione o un’immersione in acque bianche.Tra l’altro la pista di sci davanti all’hotel è dedicata al famoso campione di sci Luc Alphand. Nella Spa del Grand Hotel Serre Chevalier potrete provare uno degli ottimi trattamenti nella Spa Nuxe dell’hotel grazie ai prodotti Nuxe e alle brave terapiste. La sera al ristorante Les Planches, in terrazza, potrete gustare piatti accurati con prodotti freschi di stagione, grazie ad un’attenta selezione. Insomma, in questa splendida valle con 300 giorni di sole all’anno è possibile trovare tutto ciò che desiderate.  www.grandhotel.fr
www.france.fr
www.serre-chevalier.com