Ad Anagni un progetto artistico e identitario per celebrare Dante

ad-anagni-un-progetto-artistico-e-identitario-per-celebrare-dante

Come forse sapete Dante ha dedicato alcuni versi della Divina COmmedia ad Anangni. Lo schiaffo di Anagni, talvolta citato anche come l’oltraggio di Anagni, fu un episodio avvenuto nella cittadina laziale di Anagni il 7 settembre 1303 ai danni di papa Bonifacio VIII. IN partico0lare, Dante Alighieri nella Divina Commedia, considerò l’offesa come rivolta a Cristo stesso[4].

«Perché men paia il mal futuro e ‘l fatto,

veggio in Alagna intrar lo fiordaliso,

e nel vicario suo Cristo esser catto.

Veggiolo un’altra volta esser deriso;

veggio rinovellar l’aceto e ‘l fiele,

e tra vivi ladroni esser anciso.»

(Purgatorio, Canto XX, vv. 85-90)

In occasione dei 700 anni della morte di Dante la città di Anagni ha reso possibile la realizzazione di un intervento artistico (Redazione)

Quella che abbiamo presentato non è una semplice installazione luminosa quanto piuttosto un progetto culturale, turistico e di identità di ampio respiro finalizzato a celebrare i 700 Anni dalla morte di Dante.

Questo non solo perché ci pregiamo come città di essere nominati nella Divina Commedia, ma anche e sopratutto perché abbiamo promesso di far diventare Anagni una città turistica, al pari di realtà magari piccole ma straordinarie.

Il marketing terrritoriale ci suggerisce di sfruttare non solo Il calendario delle festività ordinarie, come stiamo facendo nonostante le difficoltà dovute al Covid, ma di cogliere le opportunità di ogni evento che può diventare straordinario.

Ed è per questo che manterremo le installazioni per tutto il 2021.

Siamo quelli del turista che fa il selfie e non vogliamo nasconderlo, perché il viaggiatore è cambiato, si è adattato ai tempi e noi non possiamo permetterci di ignorarlo.

E allora il primo selfie ce lo facciamo noi.

anagni #visitanagni #dante2021 #visitciociaria #luminarie #natale2020