a-te-che-sei-2017-angelini-paolo

Il nome richiama quello di una nota canzone di Javanotti ed è stato scelto e voluto da Mauro, il fratello di Franco Angelini. I due conducono una delle più importanti attività vinicole del casalese: la superficie vitata dell’azienda Angelini è di 40 ettari, senza contare i numerosi nuovi impianti. Famiglia di cuore e di sostanza, attiva essenzialmente nel Monferrato: è quasi come se la forza della natura si sia trasformata in aria, respirata da due giovani ragazzi che curano le vigne, i custodi delle fatiche del padre Paolo. C’è grande rispetto per la loro terra ed è forse per questo motivo che nel 2017 decidono di dare fiducia a un’uva, quello Chardonnay già inserito con un 20% insieme al Viognier nell’assemblaggio del bianco di punta Synphonia, che sa “leggere” perfettamente il terroir. Esposti a nord su terreni calcarei, i vigneti di Chardonnay a Ozzano parlano nel bicchiere di una evoluzione continua verso l’eccellenza.

 

JAMES’ TASTING

A TE CHE SEI 2017 ANGELINI PAOLO

93/100

100% Chardonnay

Dopo la fermentazione e dodici mesi in barrique di rovere francese, l’esclusiva e limitata produzione (300 bottiglie) di questo bianco è una voce che invita a scoprire tutto il Monferrato e il suo potenziale. Il solito Chardonnay barricato? No, qui non ci si può sottrarre a un sorso così pieno, deciso, vanigliato, tra il tabacco bianco e un velo più sulfureo che per un attimo ti porta fuori dai confini nazionali. Se il responsabile è il legno, è giusto averlo scelto, per rendere più importante un’essenza unica che “arriva fino in fondo al respiro”.

 

 

societaagricolaangelinipaolo.com

L’articolo A TE CHE SEI 2017 ANGELINI PAOLO proviene da James Magazine – High Things, tra Bellezza, Arte e Champagne. Autore: Erika Mantovan

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *