19 anni, in terapia intensiva per infiammazione del muscolo cardiaco dopo seconda dose vaccino Pfizer

Un ragazzo di 19 anni è stato ricoverato in ospedale con miocardite – infiammazione del muscolo cardiaco – cinque giorni dopo aver ricevuto la sua seconda dose di vaccino contro il coronavirus , secondo quanto riferito lunedì dalla clinica medica di emergenza Terem.

Secondo la clinica, non è stato ancora confermato che l’infiammazione sia stata sviluppata come effetto collaterale della vaccinazione. Tuttavia, secondo il National Institutes of Health degli Stati Uniti, sono stati segnalati numerosi casi di miocardite correlati a COVID-19 .

“Il fatto che i sintomi siano iniziati immediatamente dopo la vaccinazione solleva il sospetto che una reazione immunologica possa aver causato l’infiammazione”, ha detto il dottor Abdulhadi Farojeh, direttore medico di Terem.

Il giovane ha ricevuto un trattamento presso un centro Terem a Modi’in domenica notte prima di essere trasferito per ulteriori cure allo Shamir Medical Center di Tzrifin. Da quando aveva ricevuto la seconda dose, aveva sperimentato un battito cardiaco accelerato, insieme a mancanza di respiro e dolori acuti che si irradiavano lungo il suo braccio sinistro, secondo il dottor Badarnih Bahaa di Terem. Al Terem hanno effettuato esami del sangue che hanno rivelato l’infiammazione del cuore. Senza trattamento, la miocardite può portare ad aritmia cardiaca e persino alla morte.

Il diciannovenne non aveva condizioni mediche di base prima dell’evento. In generale, la maggior parte delle persone vaccinate ha effetti collaterali lievi se non presenti, secondo il Ministero della Salute.

Related Posts