10-giochi-da-provare-su-xbox-cloud-gaming

1007153?w=660

Dopo gli esperimenti dei primi anni 2000, il cloud gaming come lo conosciamo oggi è figlio della spinta data dal 2010 in poi da OnLive e, successivamente, Gaikai. Entrambe le piattaforme non esistono più, sono state acquisite da Sony nel corso degli anni, ma hanno avuto il pregio di dare il via a una rincorsa che oggi ci permette di avere un gran numero di servizi a disposizione. Da GeForce Now a Stadia, da Xbox Cloud Gaming a PlayStation Now e Amazon Luna, passando per tutta una serie di alternative ed esperimenti.

Nonostante gli anni, il cloud gaming è comunque ancora agli albori. E questo è vero sia in termini di penetrazione all’interno del mercato, tutto sommato contenuta, sia per quanto riguarda limiti e compromessi, spesso legati alla connessione degli utenti, con cui si devono scontrare i giocatori e che le piattaforme devono sempre tenere a mente.

Non mancano ovviamente i passi in avanti e grandi aziende come Google, nonostante i molti errori fatti con Stadia, si possono permettere di sperimentare soluzioni avanzate, come i 4K a 60 frame per secondo con HDR di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa. Oppure GeForce Now, che sta allargando la propria offerta per garantire un’esperienza visiva sempre più vicina a quella sperimentabile sui PC di fascia alta e altissima.


Il miglior Xiaomi per foto senza 5G? Redmi Note 10 Pro, in offerta oggi da Dronex Roma a 400 euro oppure da Amazon a 492 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE